mercoledì 1 aprile 2009

L'Arrogante

Mi disturba.
Mi irrita.

Lo evito. Ma non sempre è possibile.
Eccomi allora a chiedermi per l'ennesima volta il perché di questo comportamento.

E' vero ognuno ha il proprio carattere con i relativi pregi e difetti, ma questo atteggiamento prevaricatorio e assolutistico, non lo giustifico. A maggior ragione quando viene esibito nei confronti di persone modeste, spesso timide, che si trovano prive di difese.

L'arrogante non ti ascolta. L'arrogante non ti vede.
E' in continuo autocelebrarsi e intento a sbraitare dall'alto del suo piedistallo.
L'arrogante sbeffeggia, mortifica e ferisce con le sue parole e con i suoi modi di fare.

L'arrogante però ha un punto debole. Fa terra bruciata, elimina gli amici e annienta i nemici. Il suo destino è segnato. La solitudine lo attende.

Cartoon credits

4 commenti:

Anonimo ha detto...

... la solitudine lo attende... è non è poco ... by Adè

Anonimo ha detto...

la solitudine...l'abbandono?..altre volte il consenso e la riconoscenza mi pare!!!.....Spero tu abbia ragione!!!Elena

Cristiano ha detto...

Mi confronto quotidianamente con l'arroganza di clienti colleghi e superiori. Sembra che la provincia di Treviso occupi le prime posizioni in questa non invidiabile classifica.
La misantropia raggiunge livelli di guardia soprattutto in questo periodo. Sai bene quanto la mia stabilità emotiva abbia un decorso stagionale..
Sono convinto che pagheranno e forse pagano nel privato la loro acrimonia (la solitudine..).
Non ho dubbi che tutto torna. Male che dai, male che trovi. Bene che doni, bene che hai.
Faccio la mia parte ogni dannato giorno per contrastare la loro ansia di potere e sopraffazione. Una forma di non violenza, militante e silenziosa. Solo l'esempio, ne sono certo, può sollevare il genere umano dalle conseguenze di azioni che lo stanno annichilendo. Almeno in parte..

NikRedian ha detto...

Oltre al senso del post vorrei poter condividere la conclusione. L'arroganza è ottusa e non soffre alcuna condizione se non la sua soppressione.