lunedì 18 gennaio 2010

Tutti per uno, uno per tutti

Credo di avere diversi difetti, ma sicuramente l'invidia non rientra assolutamente tra questi. Anzi se c'è una cosa che mi fa sentire bene è quando amici, persone che stimo raggiungono dei traguardi. Obiettivi che sono il risultato di un duro lavoro, portati avanti con caparbietà, tenacia e convinzione.

E' un meccanismo spontaneo quello di festeggiare i loro risultati, come fossero i miei e lo faccio a prescindere che poi il gesto non venga ricambiato, ipotesi comunque del tutto priva di sussistenza, dal momento che loro sono lì con me a congratularsi, appena se ne presenta l'occasione. Si crea una complicità degna dei migliori moschettieri di Dumas Alexandre.

Dico tutto questo, perché nel fine settimana appena trascorso ho avuto ben motivo di festeggiare. Prima per un amico che ha presentato un progetto intriso di passione, trovandone, dopo aver stemperato le ansie dell'attesa, un riscontro completamente positivo. Poi, per un altro caro amico che mi ha comunicato che ieri era il decimo anniversario di un suo traguardo importante e io, posso piacevolmente dire che, quel giorno c'ero. Ero là ad assistere alla sua "incoronazione", dopo averne condiviso anche il lungo viaggio di avvicinamento.

Non aggiungo altro, se non alzare un calice e proporre un brindisi.
Congratulazioni e bravi ragazzi.

Photo Credits

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravo Betta!! Confermo è proprio così :))) BY Adè

cristiano ha detto...

Un brindisi anche da parte mia! Anche al buon Betta, ed alla pasta di cui è fatto..
;-)
Cri

Anonimo ha detto...

Mi unisco a te nelle congratulazioni ai tuoi amici nella certezza che se hanno la tua stima è tutto meritevole!!! Non possono però mancare i complimenti a te caro Betta per la purezza dei tuoi sentimenti... ciao ciao sister