mercoledì 16 febbraio 2011

Ascoltando Sanremo - Parte prima

Veloce cena. Poche cose tanto per stare leggero. Non voglio dare colpa alla digestione qualora il sonno prendesse il sopravvento. Prole a letto. Moglie dimostrazione d'amore. Sul divano in religioso silenzio.


Scartata l'ipotesi radio. Il buon Markus aveva ragione. Troppi commenti, in più ci sono collegamenti con S. Siro per la Champions. Adotto la soluzione B. Spalle al televisore.


21.32 entra la prima cantante. E' Giusy Ferreri. Vedo la consorte rabbrividire, ancor prima che inizi a cantare. Strano il riscaldamento è acceso. Poi mi spiegherà che l'abito indossato dalla Ferreri sembrava una tela di Lucio Fontana. Comunque la canzone non è male. Anzi forse la migliore che abbia mai cantato. Abbandona la  Winehouse e adotto un suo stilo.


Entrano i secondi. Luca Barbarosa e Raquel De Rosario. Ammetto la mia ignoranza, ma non so chi sia lei. Comunque sia il duetto a Sanremo è una garanzia. E' pure orecchiabile. Di meglio non avrebbero potuto fare. 


E' il momento di Vecchioni. Peccato che sia cantata. Recitata sarebbe stato una bella poesia. 
Arriva la Tatangelo. Altro brivido da parte della mia amata. Il look ha colpito ancora. E' tempo di rock. Ma non è sufficiente un assolo di chitarra elettrica per fare una canzone rock. 


La Crus. Standing ovation. Mi emoziona. In alcuni passaggi sento Tenco. Non vincerà mai. Meglio così. Bellissimo brano. Che ritorno.


C'erano una volta gli 883. Poi Max Pezzali. Ora...
Peccato, mi è simpatico, però parafrasando il titolo del suo brano, preferivo il suo primo tempo. 


Tocca a Davide Van de Sfroos. Faccio fatica pure a pronunciarlo. Spero di averlo scritto correttamente. A me piace molto il genere folk. Ma questa non l'ho capita e non  perché è in dialetto laghee.


Arriva Anna Oxa. Vedo mia moglie pensierosa. Chissà. La Oxa me la sono persa. Musicalmente me la sono persa già da un po'. Dopo di lei Tricarico. Mi sembra di cogliere una filastrocca. Forse una fiaba. Ma essendo un racconto serve una timbrica particolare. Qui non c'è.


Fanno la loro entrata in scena i favoriti. Modà con Emma di Amici. Titolo del brano "Arriverà". A me non è arrivata. Ma è un pezzo furbo. Sbraitato meno sarebbe stato meglio.


Atterrano Luca Madonia con Franco Battiato e "L'alieno", il loro brano. Rimpiango Finardi con il suo Extraterrestre. Mi dispiace maestro.


Con l'arrivo di Patty Bravo un risveglio. Quello di mia moglie dal divano. Si mette le mani nei capelli. Io sulle orecchie. Dicono che la storia non si possa toccare. Forse però bisognerebbe lasciarla stare.


Siamo quasi al termine. Purtroppo solo quasi. Da X-Factor arriva Nathalie con "Vivo Sospesa". Voto sospeso da parte mia. Mi aspettavo qualcosa di più.


Sono quasi due ore di trasmissione. La stanchezza si fa sentire. Nemmeno la moda sostiene più mia moglie. Andata. La copro con una coperta. C'è l'ultimo cantante. E' Albano. Nulla da dichiarare.


E' finita. Ho quasi voglio di gridarlo. Mi ferma solo il respiro addormentato della mia lei. Quanto mi vuole bene per avere sopportato tutto ciò. 


Domani si ripete.
Domani si ripete?

10 commenti:

Anonimo ha detto...

la ciliegina è stata la canzone di luca e paolo...no comm. by a.

Anonimo ha detto...

Grande Betta ! Concordo su tutto. e ti dirò che Barbarossa secondo me lo vedremo tra i primi, insieme a Giusy. Trovo ingiusta l'eliminazione della Tatangelo (forse è uno strascico di Xfactor...)

bystiamounitimarkus

Mobizu ha detto...

Grande Betta - concordo con le tue sensazioni. e, ovviamente, con quelle della tua dolce metà. Devo Ti sei però dimenticato della canzone vincitrice di San Remo: "Ti Sput...rò!" cantano Luca e Paolo.

aspettando la seconda parte....Mobizu

MO:) ha detto...

Devo fare outing: ho guardato san Remo!
Devo ammettere che la causa è stata Anna con i suoi 39.6 di febbre che non accennavano a scendere... dovevo stare sveglia e quindi girovagavo per casa (vade retro divano!)
Se non fossi stata preoccupata per mia figlia credo avrei ceduto all'effetto soporifero dell'impacciata conduzione di Morandi&Co.
Concordo per quanto riguarda la canzoncina dei comici.
Mi è piaciuta la canzone del duetto barbarossa/ferrari(non ricordo il nome)
Non ho capito perchè non sia andata a casa la Oxa (senza più i bassi, ma che si ostina a cercare di cantare come quando aveva 20anni e la voce)
Di Albano ricordo solo l'acuto old fashion
La Tatangelo è brava... mandata a casa perchè antipatica? Forse, ma non si dovevano giudicare le canzoni?
Dopo la Oxa afona arriva Tricarico, anche lui con l'orchesta che copre la sua voce (per un momento ho pensato non funzionassero i miscrofoni)la "canzone" una nenia noiosissima.
Mi è piaciuto Vecchioni... ma sono di parte: io lo adoro... certo anche per lui gli anni si fanno sentire.
Beh, per essere una che non guarda mai San Remo, che fugge a leggere un libro mentre il Comandante sta incollato al video, devo dire che è stata un'esperienza abbastanza gradevole... però sparo Anna garisca e domani non credo ripeterò...

Anonimo ha detto...

grazie della descrizione...è stato come esserci.
interessante questa modalità spalle alla TV

Anonimo ha detto...

Bene, la modalita' solo ascolto da' i suoi frutti. Continua cosi': solo musica.
... mi raccomando, niente sbirciatine al look!!
By sasa'

Paolo Burlini ha detto...

Ebbene si, lo confesso, anch'io mi sono sciroppato San Remo... e continuo a non capire com si può presentare così male un evento che tutti i sabato pomeriggio, una banda di ragazzetti semi-analfabeti presentano molto molto meglio, con la verve e la passione di chi ama la musica. Sembrava di leggere il menù del ristorante.. quello con la traduzione degli ingredienti per i tedeschi e gli inglesi.. :))) scritta da:... Diretta Da:... titolo: sottotitolo, ah... c'è pure uno sfigo che la canta... bleah... mandate Morandi a "Top of the pops" a imparare il mestiere... Più che una kermesse canora, sembra una fiera della chirurgia plastica: Complimenti alla Oxa che anche se canta così così è sempre una bella Milf, mentre Patti Pravo, adeguatamente vestita da nonnina sfoderava un viso da ET quindicenne... da brivido !!!. Rimandiamo pure Pezzali alla UPIM a rifarsi il guardaroba che, per rispetto di chi lo sopporta ancora, potrebbe avere la decenza di vestirsi adeguatamente all'occasione e non come chi è appena uscito dalla stalla dopo aver munto a mano 6 vacche e 3 tori !!! ... e le canzoni ??? Dov'erano ? Un bel mix omogeneizzato di accordi triti e ritriti dei quali sfido chiunque oggi a ricordarsi un motivetto, un ritornello... Bei tempi quelli di Skardi con il papap nero...o Elio e le storie tese con "la terra dei cachi": quelle, pur essendo canzonette, ce le ricordiamo ancora !!! Luca & Paolo: potrebbero far ridere ma hanno piazzato la satira nel programma sbagliato, risultato: una vergogna. Incrociamo le dita per questa sera.

Anonimo ha detto...

Ieri ho preso in giro, via sms, una mia amica che vive a Bruxelles proprio perche ieri sera guardava San Remo.
Le ho detto che era robbaccia da emigranti.
E invece no.
Ha ragione lei.
Sono proprio out!

Anonimo ha detto...

Volevo aggiungere, al commento sopra, (sempre mio),che mio marito mi impone fioretti sportivi. Partite di basket et similia.
Quasi quasi preferisco sanremo..fortunata Adè
deborah

Anonimo ha detto...

Fantastica recensione Betta... non potevi descrivere meglio la serata. Ironico e reale in tutti i tuoi commenti!!! CIAO