martedì 14 giugno 2011

La vera energia alternativa

Si è alimentata nonostante la più completa indifferenza da parte del potere. Mentre nelle stanze dei bottoni si tergiversava sulle beghe di partito, lei ha dato un segno tangibile su problemi concreti.


Acqua, nucleare e giustizia. Scusate se era poco. Vita, ambiente, sicurezza e uguaglianza di fronte alla legge. Il risultato è stato stupefacente. Soprattutto per chi pensava che bastasse non parlarne per screditare il tutto. Errore. Qui si parlava di noi. Di tutti noi. Del nostro presente e del nostro futuro. Ed ecco che l'azione dei singoli individui è convogliata in questa grande energia.


Un'energia costituita da persone. Persone normali. Persone che ogni giorno fanno il loro dovere. Persone stanche di non essere rappresentate. Per questo e per molto altro ancora è questa la vera energia alternativa. Pulita.


In meno di quarantotto ore ha fatto ciò che un governo non è riuscito a fare in anni di occupazione. Semplicemente avendo l'opportunità di esprimersi. Peccato che da noi i referendum siano solo abrogativi e non propositivi, dal momento che forse sarebbe l'unico modo per dare un'accelerazione di rinnovamento al nostro Paese.


Comunque sia questa energia si è sprigionata. Ora difficilmente una politica, seppur arrogante e distaccata dalla realtà, potrà far finta di non accorgersene.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissimo il parallelismo dell'energia alternativa del popolo nella politica! complimenti! ora che abbiamo fatto una croce sopra il nucleare dobbiamo investire miliardi in energie alternative. senza indugio!

cristiano ha detto...

"Un'energia costituita da persone. Persone normali. Persone che ogni giorno fanno il loro dovere." E continueranno a farlo, con ancora maggiore determinazione..